Trovati 4596 documenti.

Il lupo cattolico e altre storie
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Pardi, Alex

Il lupo cattolico e altre storie

Marcos y Marcos, 17/07/2024

Abstract: Il lupo cattivo sogna soltanto di giocare a carte in compagnia, il temutissimo drago è vegetariano; Bianca, figlia del conte Neve, difende i diritti dei minatori.Alda non si innamora del principe, anzi finisce per tirargli una scarpa in testa.Borghi in cima alle colline, vallate, castelli e pasticcerie: in queste storie si sta così bene che non si vorrebbe uscirne più.

50 algoritmi che ogni programmatore deve conoscere. Per migliorare nel problem solving e scrivere codice più efficace
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Ahmad, Imran

50 algoritmi che ogni programmatore deve conoscere. Per migliorare nel problem solving e scrivere codice più efficace

Feltrinelli Editore, 17/07/2024

Abstract: Gli algoritmi hanno sempre avuto un ruolo importante nello studio come nella pratica dell'informatica e per ogni programmatore è fondamentale saperli applicare per risolvere problemi.Questo manuale insegna a conoscere 50 degli algoritmi più utilizzati, ne illustra il funzionamento e spiega come metterli in pratica. Si parte dalle caratteristiche base di un algoritmo e dalle tecniche di progettazione per poi passare allo studio e all'implementazione di vari algoritmi attraverso esempi pratici che utilizzano il linguaggio Python. Il lettore si avvicina così alla programmazione lineare, alla classificazione di pagine, alla creazione di grafi, al machine learning e al deep learning, ai motori di raccomandazione, all'elaborazione e gestione dei dati e alla crittografia, comprendendo la matematica e la logica che stanno alla base. Vengono inoltre presentati algoritmi per i Large Language Models (LLM) come ChatGPT insieme alle tecniche di elaborazione parallela che consentono di utilizzarli per compiti ad alta intensità di calcolo.Una nuova edizione aggiornata e arricchita, fondamentale per diventare esperti nell'utilizzo di algoritmi che consentono di risolvere problemi del mondo reale.

Conversazioni cruciali. Strumenti per dialogare meglio quando la posta in gioco è alta
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Grenny, Joseph - Patterson, Kerry - McMillan, Ron - Switzer, Al - Gregory, Emily - Colonna, Alessandra - Muccichini, Valentina

Conversazioni cruciali. Strumenti per dialogare meglio quando la posta in gioco è alta

ROI Edizioni, 17/07/2024

Abstract: Quando la posta in gioco è alta, le opinioni divergono e le emozioni sono forti, ci sono tre possibilità: evitare le conversazioni cruciali; gestirle in modo inadeguato; oppure applicare le lezioni e le strategie di questo libro per migliorare le relazioni e i risultati. "Conversazioni cruciali" è ormai un classico della comunicazione, con oltre cinque milioni di copie vendute in tutto il mondo, attualizzato in questa edizione aggiornata con nuove prospettive e strumenti per rispondere ai bisogni mutati del mondo di oggi. Questo libro insegna a prepararsi mentalmente ed emotivamente per le conversazioni significative, a creare un ambiente di sicurezza psicologica, a esprimere le idee con chiarezza e rispetto, ad ascoltare attivamente e comprendere le prospettive altrui e a tradurre le conversazioni in azioni concrete. Gli autori illustrano anche le tecniche più efficaci per riuscire a essere persuasivi piuttosto che adottare uno stile di comunicazione ruvido, per tornare a un dialogo produttivo quando i nostri interlocutori esplodono in uno scoppio d'ira o si chiudono a riccio, e per padroneggiare le conversazioni ad alto rischio, indipendentemente dall'argomento su cui vertono o dalle persone coinvolte. Scritto con uno stile chiaro e accattivante, "Conversazioni cruciali" fornisce competenze per garantire che ogni conversazione significativa che ci troviamo ad affrontare porti ai risultati desiderati. Prefazione di Alessandra Colonna.

Un affare balcanico
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Zandel, Diego

Un affare balcanico

Voland, 16/07/2024

Abstract: "Sentivo montare la paura. E non ero lucido. Conoscevo troppe cose, senza avere un quadro chiaro del contesto e la protezione di nessuno, anche perché non ero nessuno: il perfetto capro espiatorio."Fine aprile 1997. Dopo una lunga trattativa Telecom Italia (con la greca OTE) acquisisce il 49 per cento delle azioni di Telekom Serbia. L'affare, in cui sono coinvolti anche i servizi segreti dei due paesi, viene favorito da strani personaggi, i cosiddetti "facilitatori", legati al presidente serbo Slobodan Milošević. L'azienda italiana paga una somma enorme: 1.500 milioni di marchi tedeschi che Milošević pretende in contanti e che, in parte, gli vengono recapitati con un jet privato in diciotto sacchi di juta delle Poste serbe. "Un affare balcanico" si ispira a quell'inquietante transazione e l'autore, all'epoca dei fatti responsabile della Stampa Aziendale di Telecom Italia, mescola nel romanzo verità storica e finzione con l'abituale maestria, districandosi tra donne misteriose, orsi ballerini, cantanti folk serbe e raffiche di kalashnikov per regalare al lettore pagine avvincenti.

L'universo che sussurra
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Mugnos, Sabrina

L'universo che sussurra

Il Saggiatore, 16/07/2024

Abstract: L'universo che sussurra ci spinge a confrontarci attraverso la scienza con la domanda che ha da sempre attanagliato scrittori e artisti, astronomi e persone comuni: siamo soli nel cosmo? Un viaggio nei meandri dell'astrobiologia fino al limite del possibile, guidati dalle voci e dalle storie di chi ogni giorno scruta il cielo in cerca di qualcosa in più di un silenzioso buio. Quando ci si addentra nella struttura dell'universo e ci si perde tra le sue meraviglie, gridare al prodigio è inevitabile. Pensiamo all'infinità di stelle e satelliti, alla diversità degli esseri che popolano il nostro pianeta, al perfetto meccanismo del DNA che regola miliardi di cellule. Non è un caso che di fronte a tutto ciò alcuni studiosi abbiano deciso di concentrare la loro attenzione proprio sullo spazio profondo e sulle potenziali tracce di entità extraterrestri. In queste pagine Sabrina Mugnos ci racconta dei suoi incontri con questi scienziati e ricercatori che indagano l'esistenza di "altre" forme di vita: dalle pionieristiche osservazioni dell'astronomo Frank Drake allo stupefacente segnale "Wow!" captato da Jerry R. Ehman; da chi studia i misteriosi Riftia pachyptila negli abissi oceanici a chi analizza gli esopianeti di Proxima Centauri; dalla Stazione radioastronomica di Medicina all'imponente Sardinia Radio Telescope di San Basilio, in provincia di Cagliari. Un'avventura nel regno del possibile che è anche un invito allo stupore: a tornare ad alzare lo sguardo al cielo e oltre; a sfidare i limiti che ci circondano, in questa porzione di galassia che abitiamo.

Sesso solitario
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Laqueur, Thomas W.

Sesso solitario

Il Saggiatore, 16/07/2024

Abstract: Sesso solitario è la storia di come nei secoli l'essere umano abbia concepito, praticato, narrato, stigmatizzato, medicalizzato l'autoerotismo. È la testimonianza delle spinte emancipatrici e delle azioni censorie scatenate da questa pratica creativa e liberamente fisiologica, ma non esente da complessità psicologiche. Consigliata da Galeno come rimedio medico, rubricata tra i peccati minori dai predicatori medievali, promossa a disputa filologica dai cabalisti, è paradossalmente proprio durante l'Illuminismo, mentre il mondo laico borghese si sta liberando dai lacci della religione in tema di sessualità, che una severa condanna morale della masturbazione inizia a diffondersi. Da questo momento, ci racconta Thomas W. Laqueur, per quasi tre secoli il "vizio solitario" avvia la sua parabola di abitudine aberrante, ragione di malanni fisici, prerogativa esecrabile dell'immaturità giovanile. Finché, nel secondo Novecento, l'autoerotismo viene rivalutato come regolatore dell'equilibrio e del desiderio sessuale anche all'interno di una relazione intima, in funzione compensatoria oppure complementare. L'analisi di Laqueur si spinge fino ai nostri giorni, quando l'esplosione pornografica del web, capace di soddisfare talmente tante fantasie da azzerare la capacità fantastica, sembra aprire nuove e contrastanti letture. Sesso solitario è il racconto ad alta voce di un segreto a lungo taciuto. Un trattato dirompente su un gesto universale, che continua a possedere un'anima nascosta anche in un mondo in cui tutto è visibile.

Jane. Gifted
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Kaye, Marilyn - Casali, Alessia - Tardioli, Serena

Jane. Gifted

Mondadori, 16/07/2024

Abstract: Trucco pesante, sguardo fiero e ribelle, Jane vuole mantenere a ogni costo la sua fama di cattiva ragazza, mentre dietro le apparenze conduce una vita mediocre di cui quasi tutti sono all'oscuro. Ma Jane ha un segreto ben più grande: riesce a leggere la mente di chiunque, senza nemmeno sforzarsi. Tranne quella dell'uomo che si presenta da lei quando la madre alcolizzata finisce in un centro di riabilitazione dicendo di essere il padre che non ha mai conosciuto. Jane è convinta che sia un impostore, ma non riesce a decifrare i suoi pensieri, proprio come avviene con sua madre: che sia a causa del legame di sangue? Attratta dalla promessa di una vita normale e di una vera famiglia, Jane deciderà di credergli. È possibile che dopo tante delusioni le sue speranze stiano improvvisamente per avverarsi? Tutti nella classe dei dotati sono preoccupati per lei, ma Jane farebbe qualsiasi cosa per realizzare il suo sogno e non intende ascoltare nessuno.

Vagina obscura. Un viaggio anatomico
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Gross, Rachel E.

Vagina obscura. Un viaggio anatomico

Baldini+Castoldi, 12/07/2024

Abstract: Una camera oscura riflette il mondo, ma in maniera più debole e invertita. Allo stesso modo, la scienza a lungo ha visto la donna attraverso una lente distorta, focalizzata solo sulla sua capacità di riproduzione. Di conseguenza, esiste un grande divario di conoscenze quando si tratta di ciò che sappiamo sulla metà dei corpi del pianeta. Grazie a un accesso senza precedenti ai laboratori e alle ultime ricerche, la giornalista Rachel E. Gross accompagna i lettori in un viaggio scientifico destinato a sfatare molti miti relativi al corpo delle donne: un viaggio al centro di un mondo meraviglioso in cui l'utero ricresce da solo, le ovaie pompano uova fresche e il clitoride pulsa sotto la superficie come una scintillante piramide di nervi. Questo cambiamento di paradigma è reso possibile dalla crescente comprensione del fatto che il sesso e il genere non sono binari: tutti condividiamo la stessa pianta corporea universale e la stessa origine nell'utero. Ecco perché le conoscenze sul microbioma vaginale, sulle cellule staminali ovariche e sulla biologia delle mestruazioni non significano solo una migliore comprensione dei corpi femminili, ma anche di quelli maschili, non binari, transgender e intersessuali; in altre parole, di tutti i corpi. A tratti divertente, lirico, incisivo e scioccante, Vagina obscura è un viaggio dissacrante, capace di sfatare miti millenari, nonché una potente testimonianza di come il panorama della conoscenza umana possa essere riscritto per servire meglio tutti. La scrittura scientifica al suo meglio: rivelatrice, ironica, logica, necessaria e incredibilmente difficile da ignorare. ED YONG, VINCITORE DEL PREMIO PULITZER E AUTORE DI CONTENGO MOLTITUDINI

Intelligenze artificiali
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

AA.VV.

Intelligenze artificiali

IlSole24Ore Publishing and Digital, 16/07/2024

Abstract: Al Mobile World Congress di Barcellona, la più importante fiera dedicata alla tecnologia sudispositivi mobili che si è conclusa poche settimane fa, quest'anno l'intelligenza artificiale era, ovviamente, il trend principale. Produttori di smartphone, processori, operatori e sistemi operativiesponevano l'acronimo "Ai". Il 2024 è un anno importante perl'intelligenza artificiale generativa. Nel 2023 si è imposta all'attenzione del mondo. Ora è il momento di metterla alla prova. Le aziende la stanno utilizzando? Come? Sul fronte dell'offerta, cosa è successo dall'avventodi ChatGpt a oggi? Cosa cambia per gli studi professionali? Come affrontare rischi come le allucinazioni, gli errori, e i riflessi sull'occupazione?Questa guida nasce per cercare di rispondere a queste domande portando esempi concreti di utilizzo delle tecnologie, con una raccolta di articoli usciti sul Sole 24 Ore negli ultimi mesi ealcuni inediti.Il parlamento europeo ha approvato l'Ai Act, che ha un primato mondiale come norma organica. Al centro mette il rispetto e la centralità della persona umana. Nella guida trova spazio anche lapartita geopolitica. Il governo italiano ha annunciato che metterà 1,1 miliardi percreare un campione nazionale. La Francia è partita prima. Gli Stati Uniti sono, ancora una volta, il posto dove tutto è iniziato. Mentre la Cina, e anche l'India, vanno avanti, con sistemi cheforse non arriveranno mai da noi, aumentando le distanze.

Ecosistema Google. Utilizzare gli strumenti avanzati di Google in modo redditizio, consapevole e su misura per il turismo
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Bove, Luca - Bove, Marco

Ecosistema Google. Utilizzare gli strumenti avanzati di Google in modo redditizio, consapevole e su misura per il turismo

Dario Flaccovio Editore, 16/07/2024

Abstract: Scopri come trasformare Google in un potente alleato nel mondo del turismo. In un'era dove il web guida ogni aspetto della pianificazione del viaggio, questo libro è la chiave per sbloccare il potenziale digitale a tua disposizione. Dalla ricerca alla prenotazione, l'impatto di Google è immenso e ora, con l'avvento dell'intelligenza artificiale, le possibilità si espandono ulteriormente. Questo libro è un percorso chiaro e conciso per gli operatori del settore turistico, progettato per aiutarli a destreggiarsi con successo nel dinamico mondo del turismo online, sfruttando ogni strumento per una strategia vincente.

In vino business. Utopia, economia e operatività della wine list al ristorante
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Di Tomaso, Giovanni

In vino business. Utopia, economia e operatività della wine list al ristorante

Dario Flaccovio Editore, 16/07/2024

Abstract: Quanti vini è consigliabile avere nella lista? Come prezzarli? Come descrivere un'etichetta? In Vino Business risponde concretamente a queste e altre domande, fornendo approcci gestionali, modelli inediti, strumenti e indici specifici, nonché un'interpretazione del wine management e dell'intera hospitality che punta a obiettivi che vanno oltre il solo aumento degli utili. Il testo ispira e guida aziende, sommelier e manager della ristorazione e dell'hotellerie, di oggi e di domani, a crescere professionalmente come strateghi, venditori e analisti. Introduce un approccio completo e multidisciplinare che va dalla progettazione della carta alla definizione dei prezzi, dalle scelte di comunicazione alla gestione degli ospiti, dal controllo della cantina alla ricerca perpetua. Guida pratica, agile ed esaustiva di aggiornamento professionale, per non perdersi nell'oceano di scelte possibili, seguendo pochi ma sicuri punti di riferimento, per una gestione remunerativa e professionalmente appagante del wine management.

Il mito della prima Italia. L'uso politico degli Etruschi tra fascismo e dopoguerra
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Avalli, Andrea

Il mito della prima Italia. L'uso politico degli Etruschi tra fascismo e dopoguerra

Viella Libreria Editrice, 15/07/2024

Abstract: Nell'immaginario storico elaborato sotto il fascismo, uno spazio originale è stato ricoperto dagli Etruschi. Nonostante le incertezze sull'interpretazione della loro lingua e sulle loro origini, e la prevalenza in Europa della tesi della provenienza orientale, nell'Italia fascista artisti, scrittori e studiosi hanno sviluppato un consenso nazionalista sull'assimilazione degli Etruschi all'interno dell'identità italica, posta alle radici nazionali e razziali del popolo italiano.Con la persecuzione antiebraica, è stata in particolare l'ipotesi dell'origine orientale a essere avversata, per evitare di ammettere l'esistenza di corpi estranei nella composizione etnica italiana. Il libro ricostruisce questa storia e i suoi esiti culturali nell'Italia repubblicana e della Guerra fredda.

Parità di genere. La conquista di tutti
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Pagliuca, Silvia - Morando, Paolo

Parità di genere. La conquista di tutti

IlSole24Ore Publishing and Digital, 15/07/2024

Abstract: Tutti siamo consapevoli di quanto le donne scontino una sistematica discriminazione nel mondo del lavoro, e in numerosi altri ambiti della società.Leggere che serviranno 150, 130 o 100 anni per raggiungere la parità di genere non fa differenza. Sono cifre enormi che diventano vittime della loro stessa grandezza: più il loro atterraggio è lontano nel tempo e meno sembrano essere importanti. La quotidianità, con le sue priorità sempre troppo imminenti, le schiaccia sotto un macigno di indifferenza, rendendole sottofondo appena accennato per narrazioni rituali. Con questo libro proviamo a invertire il senso comune di narrazione. Abbiamo perciò intervistato sette donne che la parità l'hanno raggiunta e le loro testimonianze rappresentano il punto di partenza, oltre che la conferma, che la parità è urgente, giusta e vantaggiosa per la crescita economica e sociale del Paese.L'Italia raggiungerà la parità di generenon prima del 2154. Serviranno 131 anni.Un tempo che non abbiamoe che non possiamo permetterci di avere.

Il destino e una belva feroce. Colosseum
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Marcialis, Mauro - Manfredi, Valerio Massimo

Il destino e una belva feroce. Colosseum

Solferino, 16/07/2024

Abstract: Derek, Arild e Brynja si sono sfiorati, tra i giochi e gli intrighi di una Pompei già condannata dagli dèi: sarebbe bastato poco, magari un solo giro di clessidra, e si sarebbero finalmente ritrovati. Ma ora sono di nuovo dispersi, le loro vite in balia dell'incertezza. Brynja vive di espedienti sulla strada che la riporta a Roma, dove vuole ricongiungersi al suo amato Arild che, alla scuola gladiatoria, è guardato a vista dal suo padrone: lo ritiene il combattente più forte, ma anche quello meno affidabile. Quanto a Derek, dopo aver subito il carcere e la tortura, è stato graziato da Tito, il nuovo sovrano, ma la sua posizione rimane precaria mentre si impegna per ultimare le sculture e le decorazioni del palco imperiale. La conclusione dei lavori è vicina, il bianco accecante dei marmi e del travertino annuncia l'imminente apertura dei cancelli del più grande anfiteatro al mondo. Presto tutta Roma accorrerà ai giochi di inaugurazione, i più spettacolari di ogni tempo. Nel luogo che ha segnato, in fondo, la vita di ognuno di loro, i tre giovani stanno forse per ritrovarsi e i loro desideri di felicità, libertà e gloria sfideranno la morte.Mentre una madre torna dal regno degli inferi e una vendetta a lungo rimandata pone scelte impossibili, nell'ultimo episodio della grande saga del Colosseo le trame si incontrano, le contraddizioni esplodono, odio e amore divampano, senza più controllo. E la fine ha il sapore di un nuovo inizio.

Casino Royale
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Fleming, Ian

Casino Royale

Adelphi, 16/07/2024

Abstract: Il 15 gennaio del 1952, quando si siede alla scrivania di Goldeneye, la sua villa in Giamaica, Ian Fleming non ha idea di cosa scriverà. Parte dal nome del suo personaggio, rubato a un allora celebre ornitologo, e dal ricordo di una partita a carte al Casino di Lisbona, nel 1941. Il primo James Bond nasce così, ed è un romanzo molto diverso da come forse lo stesso Fleming amava raccontarlo. Le scene sono poche, non più di quattro, i veri personaggi anche meno. James Bond impareremo a conoscerlo meglio, perché qui è ancora nei panni – eleganti, spiritosi, crudeli – di Ian Fleming. Ma l'abominevole Le Chiffre, e il suo occhio quasi bianco, non li dimenticheremo, come difficile sarà scordare la Bond Girl forse più letale, la sublime Vesper Lynd. Tutto dunque comincia da qui, dall'o­dore nauseante di un casinò alle tre del mattino. E la speranza è che duri il più a lungo possibile.

Vivi e lascia morire
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Fleming, Ian

Vivi e lascia morire

Adelphi, 16/07/2024

Abstract: A Ian Fleming viene universalmente attribuita l'invenzione di una figura letteraria prima di lui non esistente, la Bond Girl: e la Solitaire di "Vivi e lascia morire", una veggente vudù con gli occhi quasi viola, i capelli quasi blu e un legittimo sospetto di verginità è una delle rappresentanti più autorevoli della categoria. Ma meno attenzione si presta, in genere, al secondo grande copyright di Fleming, il Bond Villain. Anche qui, Mr Big – occhi gialli, pelle grigia, il corpo enorme sorretto a stento da un cuore malato, e il più che legittimo sospetto di essere, in realtà, lo zombie del sommo sacerdote vudù, Baron Samedi – ha pochi rivali. Si aggiungano, a piacere, una notte brava nei locali notturni di Harlem, la scoperta dell'America e della Giamaica, una strepitosa sequenza sottomarina, e sullo sfondo la caccia al tesoro di Morgan il Sanguinario. Gli ingredienti per l'avventura più leggera, crudele e incalzante di 007 insomma ci sono tutti: basta solo agitarli, una pagina dopo l'altra.

Moonraker
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Fleming, Ian

Moonraker

Adelphi, 16/07/2024

Abstract: Per la seconda parte di questo romanzo, in cui Bond tenta di scongiurare l'attacco nucleare che il diabolico Hugo Drax ha pianificato contro Londra, Fleming aveva fatto ricerche molto accurate, sfruttando la consulenza sia del­l'ente spaziale britannico sia del futuro autore di "2001: Odissea nello spazio" Ar­thur C. Clarke. Per la lunghissima e tormentosa partita a bridge – contro Hugo Drax, naturalmente –, invece, così come per i molti e preziosi dettagli sulla vita notturna londinese, e per la fisionomia della terza Bond Girl della serie, la formidabile Gala Brand, aveva attinto a quella che comunemente si chiama "esperienza personale". Quanto alla routine quotidiana – in origine il libro si intitolava "I lunedì sono un incubo" – e allo stile di vita di Bond a Londra, qui svelati per la prima volta, erano, con pochi ritocchi, gli stessi del suo autore. Il risultato è la storia più complessa e autentica (oltre che più ferocemente inglese) di Fleming, che sulla sua copia personale di "Moonraker" aveva scritto una riga da considerare, come sempre, la miglior guida possibile alla lettura: "Ispirato al copione di un film cui ho pensato per molto tempo e alla strada di Dover, su cui ho guidato per anni quando abitavo a St Margaret's Bay".

Impresa Cultura 20° Federculture. Le fondazioni perno della gestione e della partecipazione culturale
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Federculture - Federculture

Impresa Cultura 20° Federculture. Le fondazioni perno della gestione e della partecipazione culturale

Gangemi Editore, 15/07/2024

Abstract: Il Rapporto Annuale Federculture 2024 offre come sempre uno quadro d'insieme sullo stato del settore culturale nell'anno appena trascorso, con analisi e dati aggiornati. La crisi della cultura, della partecipazione dei cittadini alla vita culturale conosciuta con la pandemia, si può ormai dire in fase di superamento. Con il 2023 sono stati pressoché recuperati gli indici delle attività e del consumo culturale del periodo pre-Covid, senza gravi ripercussioni perfino dal punto di vista dell'occupazione, che pure era stata molto penalizzata dalla crisi della proposta culturale durante e nella fase immediatamente successiva al lockdown. Anche se non tutti i settori godono della stessa ripresa, il peggio sembra essere passato. Come sempre, il Rapporto all'analisi affianca le proposte, individuando in questa edizione la necessità di riformare il sistema di governance delle istituzioni culturali per renderlo sempre più efficiente e efficace. È per questo che larga parte del 20° Rapporto di Federculture si occupa delle Fondazioni di Partecipazione, lo strumento utilizzato per la trasformazione degli enti pubblici più rilevanti per la gestione della cultura in soggetti di tipo privato. Uno strumento innovativo ed ampiamente diffuso, ma oggetto delle più diverse e contraddittorie interpretazioni regolamentarie e giurisprudenziali. Federculture con il Rapporto 2024 si propone di sollecitare un confronto tra gli operatori e gli organismi del Parlamento e del Governo per mettere finalmente ordine in un settore estremamente vitale, ma carico di incertezze che ne limitano spesso l'operatività.

Il sapore dei semi di mela
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Hagena, Katharina

Il sapore dei semi di mela

Garzanti, 16/07/2024

Abstract: Bootshaven, Nord della Germania. L'odore di mele è intenso e pungente e avvolge la vecchia casa e il giardino. Basta quel profumo e Iris, bibliotecaria di Friburgo, di colpo torna bambina. Sono passati anni, ma tutto è rimasto come un tempo: la casa avvolta dal fitto fogliame, i ribes bianchi, i tappeti di nonti-scordar-di-me sepolti dalle erbacce. Un giardino quasi incantato, dominato dal vecchio albero di melo, sotto i cui rami le donne della famiglia Lünschen hanno trovato l'amore, l'amicizia, ma anche la morte. Come Rosmarie, l'amata cugina di Iris, morta ad appena quindici anni. Una fine misteriosa, cui nessuno ha mai saputo dare una spiegazione, da cui Iris ha cercato in tutti i modi di fuggire, trovando la salvezza nei libri. E adesso è venuto il momento di occuparsi di questa casa. Per farlo Iris deve affrontare il passato una volta per tutte, deve imparare a conoscere veramente le donne della sua famiglia e i segreti che custodiscono. Stanza dopo stanza, le domande si rincorrono l'una dopo l'altra: che cosa aveva fatto veramente il nonno di Iris prima di andare in guerra? Che cosa voleva dire Rosmarie a Iris quella notte lontana, prima di arrampicarsi sul tetto del giardino d'inverno? Che rapporto c'era tra Rosmarie e la sua amica Mira? C'è solo un modo per dimenticare. Ed è ricordare.

Gaza, la scorta mediatica. Come la grande stampa ha accompagnato il massacro. E perché me ne sono chiamato fuori
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Oriani, Raffaele

Gaza, la scorta mediatica. Come la grande stampa ha accompagnato il massacro. E perché me ne sono chiamato fuori

People, 12/07/2024

Abstract: Il 7 ottobre 2023 segna l'inizio del nostro nuovo presente. Quel giorno, un orrendo massacro sconvolge Israele; da quel giorno, la vendetta israeliana fa strage di palestinesi. I mesi passano, ma il prezzo del sangue sembra inestinguibile: travolge case, scuole, ospedali e la vita di troppi civili innocenti. Ma mentre l'opinione pubblica è sempre più atterrita, i grandi organi d'informazione mostrano grande reticenza. Si può essere spettatori al tempo dei massacri? Si può parteggiare per chi dice di difendersi, quando la difesa diventa sterminio? Raffaele Oriani, giornalista professionista e storico collaboratore del Venerdì di Repubblica, ha scelto di chiamarsi fuori dal suo mondo per non partecipare alla "scorta mediatica" che accompagna l'apocalisse di Gaza. La sua scelta radicale, e la lettera con cui la ha motivata, hanno avuto un'enorme risonanza sui social: oltre un milione di visualizzazioni, migliaia di commenti, la sensazione diffusa che un giornalista abbia rotto il muro dell'omertà e si sia sintonizzato con il sentire comune. Ora Oriani racconta la sua esperienza, e mette nero su bianco le tappe di un appuntamento mancato: la libera stampa era chiamata a indagare e denunciare i massacri di civili. Non l'ha fatto. Perché si è scelto di stare a guardare? E quali sono i vuoti informativi che hanno favorito lo sterminio? Mai come in questi mesi i giornalisti avrebbero potuto fare la differenza, eppure hanno scelto manzonianamente di "troncare e sopire". Ma è anche così che nascono i genocidi.