Il canotto insanguinato / Augusto De Angelis
Libri Moderni

De Angelis, Augusto

Il canotto insanguinato / Augusto De Angelis

Abstract: È considerato il primo vero detective italiano. Si chiama De Vincenzi e nasce, con tutta evidenza, in contrapposizione ai grandi investigatori sulla scena all’epoca, Maigret in prima fila. Cosa lo distingue ? È colto, legge Stendhal e Freud, silenzioso, marcatamente malinconico (per distanziarlo, forse, dall’ottimismo di facciata del Regime). Personale il metodo d’indagine. «Rabdomante dei sentimenti» lo presentava il motto editoriale del tempo: nel senso che la verità del delitto la cerca nella psicologia delle persone, in motivazioni e impulsi profondi. Dice degli indiziati: «un uomo non reca con sé un mistero ma un problema». Nasceva allora il giallo all’italiana che ancor oggi conserva le tracce evidenti gettate dal suo grande e in vita sfortunato promotore, Augusto De Angelis (che fu incarcerato per antifascismo nel 1943 e, dopo la prigionia, morì per le conseguenze di un pestaggio). Il commissario De Vincenzi ha interrogato a lungo, senza esito, un impenetrabile personaggio. Il russo Ivan Kiergine, un giocatore giramondo, fortemente sospettato per la scomparsa della sua amante, la francese Paulette. Un canotto con sul fondo una pozza di sangue, una borsetta con un fermaglio di rubini e un impermeabile rosso conducono a credere che sia stato consumato un omicidio. Ma Kiergine non parla, mostra al contrario una signorile dignità morale, un sincero accoramento per l’amata di cui è certo che non sia morta, un’indifferenza per la propria sorte. De Vincenzi decide di liberarlo, convinto che con le sue mosse l’uomo svelerà se stesso e l’intrigo di cui appare il protagonista. Kiergine si sposta da Milano a Sanremo; sempre imperturbabile perde alla roulette, forse volontariamente, la sua fortuna. Intanto, attorno a lui piovono cadaveri e si incrociano strane persone; e il commissario segue, tra Sanremo, Nizza, e poi Strasburgo e la Germania, la pista, che porterà non si sa se a un groviglio passionale o a un imbroglio di spie. O entrambi.


Titolo e contributi: Il canotto insanguinato / Augusto De Angelis

Pubblicazione: Palermo : Sellerio, [2014]

Descrizione fisica: 365 p. ; 17 cm

Serie: La memoria ; 974

ISBN: 9788838932366

Data:2014

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Serie: La memoria ; 974

Nomi:

Classi: 853 LETTERATURA. Letteratura italiana. Narrativa (14)

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2014

Sono presenti 8 copie, di cui 0 in prestito.

Biblioteca Collocazione Inventario Stato Prestabilità Rientra
Solbiate 850 Letteratura italiana, romena e delle lingue ladine 853 DEA SO-19394 Su scaffale Disponibile
Figino Serenza 850 Letteratura italiana, romena e delle lingue ladine 853 DEA FS-30520 Su scaffale Non disponibile
Montano Lucino 850 Letteratura italiana, romena e delle lingue ladine 853 DEA MI-24190 Su scaffale Disponibile
Olgiate Comasco 850 Letteratura italiana, romena e delle lingue ladine N Q 1087 OC-83615 Su scaffale Disponibile
San Fermo della Battaglia 850 Letteratura italiana, romena e delle lingue ladine 853 DEA SF-49174 Su scaffale Disponibile
Uggiate Trevano 850 Letteratura italiana, romena e delle lingue ladine 853 DEA TF-24064 Su scaffale Disponibile
Colverde - Gironico 850 Letteratura italiana, romena e delle lingue ladine 853 DEA GI-9470 Su scaffale Disponibile
Mariano Comense 850 Letteratura italiana, romena e delle lingue ladine 853 DEA MC-88303 Su scaffale Disponibile
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.