Contro Giuliano : noi uomini, le donne e l'aborto / Adriano Sofri
Libri Moderni

Sofri, Adriano

Contro Giuliano : noi uomini, le donne e l'aborto / Adriano Sofri

Abstract: ... Ehi, Giuliano. Hai colto, con la prontezza di riflessi che accompagna la tua intelligenza come il palo accompagna il ladro, l'occasione dello slogan: moratoria dell'aborto. Che cosa significa? Niente, direi. È uno slogan, appunto, reso efficace dal calco capovolto di quell'altro, moratoria della pena capitale, al quale rubasti lestamente la scena e guastasti la festa. Alla lettera, non significa niente: le donne non possono sospendere a tempo indeterminato gli aborti, a differenza dagli Stati, che possono sospendere le esecuzioni capitali... C'è una sovranità territoriale. Il corpo delle donne appartiene alle donne, e non c'è diritto di ingerenza umanitaria che possa violare questa sovranità personale fino a che la creatura che cresce dentro il corpo materno non se ne sia staccata. L'ingerenza umanitaria sa che uno Stato non esaurisce in sé i cittadini individui. Madre e nascituro sono invece due e tutt'uno. Senza questa ammissione, l'habeas corpus non esiste, se non come diritto dei maschi per i maschi. La condanna delle demografie forzate alla cinese è conseguente al riconoscimento dell'autodeterminazione delle donne, che è la qualità più preziosa delle democrazie. Tu credi, al contrario, che autodeterminazione delle donne {fino nella dolorosa decisione di abortire) e oppressione degli Stati sulle donne costituiscano un medesimo flagello. Questa confusione è la causa della lacerazione che la tua iniziativa non può che provocare. Viceversa, una campagna che denunciasse la vera violenza carnale delle demografie forzate, l'abolizione per legge di fratelli e sorelle, la persecuzione delle bambine, potrebbe riscuotere l'adesione più sentita. Mi dici: "Io la chiamo moratoria. Tu chiamala come vuoi". Come la chiamerei io, la cosa giusta da fare? Moratoria è mediocre, anche "Moratoria della pena di morte". Nessuno tocchi Caino" è un titolo bello: lo pensò una gran donna. Se fosse viva, potrebbe chiamarla "Il mondo salvato da una bambina", e muovere da lì alla conquista delle nazioni unite, e delle Nazioni Unite. In India è attiva la campagna "Salviamo le bambine". E' giusto, ma mi sembra più bello pensare che siano le bambine a salvarci...


Titolo e contributi: Contro Giuliano : noi uomini, le donne e l'aborto / Adriano Sofri

Pubblicazione: Palermo : Sellerio, [2008]

Descrizione fisica: 139 p. ; 17 cm

Serie: La memoria ; 745

ISBN: 9788838923166

Data:2008

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Serie: La memoria ; 745

Nomi:

Soggetti:

Classi: 179 FILOSOFIA. Etica. Altre norme etiche

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2008

Sono presenti 7 copie, di cui 0 in prestito.

Biblioteca Collocazione Inventario Stato Prestabilità Rientra
Mariano Comense 100 Filosofia 179 SOF MC-72384 Su scaffale Disponibile
Figino Serenza 100 Filosofia 179 SOF FS-22524 Su scaffale Non disponibile
Cabiate 100 Filosofia 179 SOF CT-20453 Su scaffale Disponibile
Cadorago 100 Filosofia 179 SOF CD-18689 Su scaffale Disponibile
Griante 100 Filosofia 179 SOF GN-12240 Su scaffale Disponibile
Como OO-R-502 CO-311935 Su scaffale Disponibile
Rovellasca 100 Filosofia 179 SOF RV-27470 Su scaffale Disponibile
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.